Basi di economia

Sono da anni “curioso” di economia. Senza averci mai capito una mazza. Cosa ne dite se, magari assieme, mettiamo qui le cose piu importanti? magari anche scopiazzando interi capitoli. Lo scopo non sara’ di “esprimere la tua opinione” men che meno “confrontarsi” Lo scopo e’ di capire meglio come funziona il grande “Monopoli” in cui viviamo. Avrei alcune domanda iniziali tipo:

  • debito pubblico, come si genera, come si addomestica, come si propaga
  • funzionamento reale della BCE
  • chi fa muovere la banca d’ Italia?

Le basi dell’economia sono altre da quelle esposte. Se qualcuno più dotato può farlo è necessario partire dalle basi per poi costruire man mano i livelli superiori. Spesso argomenti spacciati per economia non lo sono e si passa direttamente a stravolgerne le basi.

1 Mi Piace

Concordo, io pero’ dalla mia ignoranza, non sono in grado di produrre un trattato introduttivo, posso elencare dei “testi sacri” ma non credo che questo possa essere utile. Ritengo altresi che una minima base sia indispensabile per capire quel che succede e pianificare per domani. Come facciamo? Come si puo fare per avviare un processo collettivo di “aggiornamento”?

Ovviamente hai ragione! Purtroppo grazie alla eliminazione dell’economia dal sistema scolastico, oggi la gente pensa che le buotanades di Messora siano economia…

Ah… i tempi in cui il buon Leontiev scriveva un trattato elementare di economia per i Pepponebottazzi di tutte le Russie…

Tralasciamo il sistema scolastico, che studiano 3 volte gli antichi romani e non sanno nulla del FUNZIONAMENTO del nostro corpo… Come possiamo fare a mettere su un RIPASSONE generale di economia di base qua sopra? Non solo di base, qualcosa che spieghi esattamente la situazione economica attuale di questo paese ed almeno della europa…

Purtroppo io sono riuscito a discutere con un profffessore di economia che affermava circa: “L’economia di un paese non è legata con il lavoro, leggi reddito da lavoro, ma dal finanziamento pubblico ( a debito o con tasse ) e non c’entra con l’economia privata.”
Quindi in un paese in recessione basta aumentare le tasse e i debiti e tutto resta normale.
Probabilmente si riferisce a quella parte del paese che vive del finanziamento pubblico ma non produce alcuna ricchezza, è solo una partita di giro, in cambio di servizi non richiesti.
Si chiama burocrazia e spesso si accompagna a profffessionisti indispensabili per fare cose che normalmente sarebbero semplici. Il nostro “sistema” elefantiaco potrebbe essere antieconomico, ma tutti dobbiamo mangiare, e chi sene frega dell’economia.
Cosa succede se al PIL togliamo le spese ?

Cerchiamo di fare un po di chiarezza: l’“economia” cosa e’? Da quel che dici sembra che il tuo prof dica che essa cresce al crescere del giro di soldi, reali o “fittizi”. Non concordo con questo. essere fortemente indebitati, spendendo un sacco di soldi e’ moolto diverso da essere senza debiti e spendendo di meno. CHISSENEFREGA del PIL, il suo unico scopo, credo, che al momento sia di definire, tremite la UE, quanto un paese puo’ indebitarsi ( una certa percentuale del PIL). Lo si sa’ che piu girano veloci i soldi meglio gira la economia. Eliminare dal conto di “economia” i debiti mi sembra troppo sciocco. Qualcuno, presto o tardi, deve pagare i debiti.

Concordo, se a girare sono soldi reali, quelli provenienti dal lavoro, e specie se è lavoro produttivo i soldi circolanti aumentano a beneficio di tutti.
Questo semplicemente per dire che non serve creare denaro ma serve lavoro produttivo.
Evitiamo di pagare qualcuno per scavare buche e il giorno dopo per riempirle, grazie.