Google Votes, un tool e un esperimento di democrazia liquida all'interno di Google

Di Fiorella De Cindio | 11/09/2015

[…] progetto sperimentale di Google sulla democrazia liquida: Google Votes. […] il paper che descrive il progetto e un lungo video che lo illustra (del Marzo 2014, ma pubblicato a fine Giugno 2015)[…]

[…] è saggio e necessario usare questi strumenti anzitutto all’interno di organizzazioni (come hanno fatto i Pirati e come ha fatto Google) […]

[…] una maggiore semplicità e usabilità rispetto a LQFB sono essenziali per favorire il processo di apprendimento, ma senza esagerare nella semplificazione come fanno altri “fork” di LiquidFeedback (leggi “Parelon” - n.d.F.) che eliminano la delega, che ne costituisce invece il vero elemento di innovazione nella deliberazione distribuita democratica.[…]

Vai al post: http://codicidellademocrazia.partecipate.it/infodiscs/view/199 Il paper: http://www.tdcommons.org/dpubs_series/79/ Il video: https://www.youtube.com/embed/F4lkCECSBFw

Mi sembra che sfugga il problema alla base di questa architettura e cioè la centralizzazione del sistema di voto. Accettereste di votare con una di queste piattaforme alle prossime elezioni politiche? Bisognerebbe passare ad un sistema distribuito, come il buon mrk suggeriva all’AO di Roma, un liquidfeedback costruito sulla blockchain ad esempio. Ma come sappiamo i colossi del web lavorano per la centralizzazione dei servizi così fondamentale per il loro vero business al punto di offrirteli gratis.

Non solo per il business, sulle piattaforme centralizzate dei colossi si “rischia”, come ben sappiamo (grazie Snowden) l’interferenza dei governi e delle varie agenzie collegate

Ho visto il video, sapete se c’e’ un modo per poter provare il software?

temo devi diventare dipendente Google

E non se ne sentì mai più…

1 Mi Piace