Il business dei bugiardi sfascia Facebook e porta Trump al potere?

Roba da matti… Alcuni furboni si inventano storie assurde per guadagnarci sopra, ma il popolo se ne frega della verità… vogliono sharare le stronzate e non ci fanno neanche più una figura di merda. Il problema ha un specificità politica: quelli di sinistra non apprezzano le balle, quelli di destra invece si – perciò l’effetto porta ad un successo di destra.

https://www.washingtonpost.com/news/the-intersect/wp/2016/11/17/facebook-fake-news-writer-i-think-donald-trump-is-in-the-white-house-because-of-me/?tid=sm_tw

Zuckerberg nega che sia colpa sua…

https://www.washingtonpost.com/news/the-intersect/wp/2016/01/07/an-hour-by-hour-look-at-how-a-conspiracy-theory-becomes-truth-on-facebook/

https://www.washingtonpost.com/news/the-fix/wp/2016/11/14/googles-top-news-link-for-final-election-results-goes-to-a-fake-news-site-with-false-numbers/

https://www.washingtonpost.com/news/the-fix/wp/2016/04/02/in-the-year-of-trump-a-made-up-news-website-run-by-an-ex-convict-finds-success/

https://www.washingtonpost.com/news/the-intersect/wp/2015/12/18/what-was-fake-on-the-internet-this-week-why-this-is-the-final-column/

Mi pare che il discorso che facevamo con @dodeska & co riguardo alla razionalità delle proposte assembleari diventa tristemente attuale in una realtà macroscopica che invece di sperimentare una democrazia migliore passa direttamente al peggio…

Continuo a vedere questi post, gli articoli del Time che accusano Sanders della sconfitta di Clinton, gli altri che accusano gli elettori di Trump di razzismo, misoginia, e chi più ne ha più ne metta e mi domando: sarà mai la sinistra in grado di ammettere la responsabilità delle proprie sconfitte?

Vogliamo fare questa fine?

Quanti Trump, Brexit, barricate di Gorino dovremo vedere prima che i moralisti di sinistra, sempre pronti a puntare il dito contro gli altri si rendano conto che questi epsiodi sono anche la conseguenza del loro moralismo da torre d’avorio da quattro soldi, della loro pervicacia nell’ignorare la realtà, della loro totale incapacità di saper spiegare la realtà e la sua complessità, preferendo il giudizio rassicurante e lasciando quindi ampie fasce della popolazione in mano a facili populismi?

Sarò più esplicito: se tu dici a un operaio bianco che i suoi problemi non contano nulla perché è un privilegiato, e gli dici di votare per le stesse persone che gli hanno fatto perdere il lavoro, e che hanno eroso i loro diritti, quello per chi voterà?

Se quello vede aumentare il numero dei migranti e vede le sue condizioni di vita peggiorare, e collega i fatti come se uno fosse conseguenza dell’altro, e invece di spiegargli perché questo non è vero lo perculi, perché è una capra ignorante, non è dotto come te, per chi voterà?

Se un prefetto arriva con un atteggiamento di conquista in un paesino, sequestra manu militari un albergo anziché individuare una soluzione condivisa, e tu, che sei stato muto fino a quel momento, inizi a farti prendere dai mal di pancia morali come un leghista qualunque quando questi se la prendono con l’anello debole, cioè i profughi, quando tu fai la stessa cosa, non cercando manco di capire le reali cause di quello che vedi, chi credi verrà votato alle prossime elezioni?

A parte che negli USA non vedo molta “sinistra”, e se invece la sinistra dovesse semplicemente prendere atto della realtà, cioè che i migranti peggiorano la vita dei ceti più bassi? …

Diciamo che consideravo sinistra anche i democratici, seppure effettivamente siano di sinistra anche meno del PD nostrano, che già è abbastanza destronzo.

Il punto è che diventa vero solo nel momento in cui i migranti diventano il capro espiatorio per le inconsistenze del sistema pubblico. Cosa che le sinistre permettono, salvo lamentarsi delle conseguenze.

Signori, la “sinistra” (o il PD, americano o italiano che sia) avrà anche tutte quelle colpe, ma qui mi pare s’esageri nel voler giustificare a tutti i costi una parte di popolazione umana che ha votato per una caricatura vivente, che probabilmente non risolverà nessuno dei loro problemi. Dire che la colpa non è mai del popolo (o che lo è solo in parte minoritaria) è l’essenza stessa del populismo. L’umanità nel corso della storia umana ha fatto una serie impressionante di cazzate, spesso proprio a furor di popolo (anche Hitler vinse le elezioni, se è per questo). Saggiamente la nostra Costituzione limita la sovranità popolare alle leggi e alla Costituzione medesima.

Ma sul serio pensi che sia possibile spiegare a certa gente dei fatti così complessi? Rendiamoci conto che al prossimo referendum la maggioranza della popolazione -intervistata a riguardo- ha dichiarato che non ha la più pallida idea dei contenuti della riforma, e che voterà pro o contro Renzi. Quindi sì, mi sento in diritto di prendere per il culo gli elettori di Trump (o di Salvini, di Grillo, di Berlusconi e in parte anche di Renzi) come mi sento in diritto di sfottere i creazionisti, o quelli che comprano i numeri vincenti del Lotto dal tele-mago di turno, o quelli che si commuovono allo sciogliersi del sangue di San Gennaro, eccetera eccetera eccetera. Almeno prenderli per il culo lasciatecelo fare.

Quindi tu negli USA avresti votato Hillary Clinton? Per quelli che oggi pagano 15$ per manifestare contro Trumo? Per quelli che hanno distrutto Siria, Libia, … Per quelli che … Facile giudicare in Italia, ma fra poco dovrai scegliere fra Renzi e Grillo! :slight_smile:

Discorso legittimo ma diverso da quello mio. Io sto parlando di problemi strutturali dell’umanità sulla rete che, nonostante scientificamente ricercati da decenni, si stanno manifestando in politica solo nell’ultimo decennio (vedi anche Malvinas 2008). E la specificità della direzione politica è un dato di fatto di queste elezioni (vedi interviste linkate), non una scusante.