Posizione del Partito Pirata sui vaccini

Vorrei sapere la posizione del Partito Pirata sui vaccini, ho provato a cercare sul forum e sul sito (oltre che sul web in generale) ma non ho trovato nulla.

Siamo generalmente orientati alla scientificità delle cose… non abbiamo mai considerato necessario specificare una posizione sui vaccini dato che è un tema promosso dai manipolatori della Rete, una pratica che vorremmo combattere all’origine con l’ObCrypto.

2 Mi Piace

La posizione del partito pirata sui vaccini è “parlane col tuo medico” cioè “vaccinati senza rompere :smile:”

2 Mi Piace

ottimo era quello che volevo sentire… voto in arrivo! :smiley:

2 Mi Piace

ok , ma se sei allergico , il medico deve poterlo dire e sconsigliartelo senza paura di essere radiato , altrimenti è dittatura delle multinazionali , pirati de che !

1 Mi Piace

La risposta corretta è quella di lynX: ad oggi il PP-IT non ha una posizione ufficiale “sui vaccini” e spero non l’abbia mai.
Dovrebbe avere, semmai, una posizione sulla “legge X riguardante la vaccinazione” che è tutt’altra cosa: posso essere favorevole ai vaccini ma contrario alla somministrazione di 100 vaccini contemporaneamente in un nenato.
Posso essere favorevole ai vaccini ma contrario alla somministrazione di vaccini contro le malattie veneree ai neonati.

4 Mi Piace

Mi sembra molto coerente quanto hai detto , molto più convincente e rappresentativo di un partito che fa di democrazia , libertà e dialogo il suo punto di forza. Al contrario , una posizione ‘allineata’ al sistema capitalistico spietato , al suo agire senza scrupoli , spesso senza alcuna etica ,accettato supinamente senza alcun ragionevole dubbio e senso critico , come avviene oggi inspiegabilmente, anche nel trattare delicatissimi argomenti come la salute , mi avrebbero immediamente allontanato. Imporre infatti trattamenti sanitari obbligatori senza dare le giuste garanzie , negare l’evidenza , agire tramite propaganda , espellere i dissidenti, ricorda tristemente il comportamento dei nazisti. Grazie per il chiarimento.

2 Mi Piace

Io penso si possa essere moolto titubanti sulla somministrazione del vaccino per il tetano ai piccoli-piccoli, il tetano si trova solo nella cacca di cavallo e nelle cose sotto terra… (NON nei chiodi arrugginiti come ci dissero)

2 Mi Piace

Secondo me la attuale legge che vieta l’accesso a scuola ai bambini non vaccinati (e nello stesso tempo permette l’accesso a quelli sieropositivi) e’ incostituzionale, lede il diritto/dovere alla educazione. I pirati fan bene a star fuori da queste grane, ma prima o poi sara’ giusto chiarirsi tra di noi

3 Mi Piace

Questa purtroppo è la società dell’omologazione…

Comunque anche in questo caso la verità sta nel mezzo, bisogna trovare il punto di equilibrio…

Ovvero il discorso che si fa è che i bambini non vaccinati sono un pericolo per i bambini che hanno malattie al sistema immunitario, e per questo che vengono rifiutati…
In realtà si dovrebbe semplicemente venire a sapere chi sono i non vaccinati (-), i vaccinati (n), ed i malati particolari (+)…

Basta fare in modo che (-) non incontri (+), il divieto per uno dei due è inconsituzionale…

Come sempre invece di fare la scelta giusta, in questa società si fa sempre la scelta sbagliata…
PURA INCOMPETENZA

Ora c’è la discriminazione nei confronti dei non vaccinati… Che tristezza…

se vai a vedere le motivazioni per le quali i genitori novax decidono di non vaccinare i figli, altro che discriminazione, toglieresti la potestà genitoriale

Ahahah vabbè, è vero, però non vale solo per i genitori dei no vax…

Comunque vietare l’ingresso a scuola di non vaccinati è discriminatorio, è ingiusto, è contro la libertà…
Il punto comune si può sempre trovare.

Cioè questa è una cosa al pari delle restrizioni della chiesa, sei non fai così non entri nel club… Ma di che stiamo parlando…

Ho la impressione che siamo abbastanza di accordo, dove io dicevo che e’ contro la costituzione tu dici che e’ contro la liberta’… Ha senso cercare di sintetizzare una posizione comune? Ritengo che in certi casi (ad esempio ebola) si possa giustamente cercare di forzare delle persone a curarsi, ma anche quando si forza ci vuole rispetto.

Il mio medico non è ultravaccinista ma per la libertà di scelta, a meno che non si sia nel pieno di un epidemia. Mentre il pediatra dei miei figli è favorevole ai vaccini, ma convinto che sia troppo presto vaccinarli a 60 giorni, specie per malattie come il tetano e come l’epatite B. Sostiene la necessità della vaccinazione ma non ha senso così in tenera età…

Se seguissi il mio medico(cosa che faccio) di fatto sarei contro l’agenda statale.

In pratica si alla scienza, si alla vaccinazione ma assolutamente no, all’obbligo.

3 Mi Piace

Infatti non si discutono “i vaccini” ma si discute la “legge sui vaccini” ed il medico può fare ben poco

2 Mi Piace

Io sono un libertario, mio figlio più grande è vaccinato, il piccolo lo sarà tra poco, e per me si possono discutere anche i vaccini, per questo sono anche contro il fatto che chi li metta in discussione venga radiato.

3 Mi Piace

la scienza non c’entra niente con questi discorsi. lasciatela fuori.

la medicina non è scienza, e le politiche sanitarie nemmeno.

1 Mi Piace

Che non c’entra con l’obbligo grazie al c.

Capisco che vuoi dire, ma dai non tutta la medicina…
Ci sono tanti rami della medicina che scientificamente funzionano.

Poi ovvio che una medicina che cura solo il mal di testa non esiste, quella è pura fantasia…

1 Mi Piace